Il Verdon e le sue Pareti

img_4150Il Verdon e le sue Pareti

Siamo io e Rocco e decidiamo di concederci qualche giorno di svago in questo luogo che attrae da più prospettive noi scalatori e non solo. La natura circostante è, in questo periodo, nel pieno dei suoi colori più accesi  che contornano tutto.

Siamo fortunati sia dal punto di vista meteorologico sia delle temperature, sempre miti anche durante la giornata, il che ci permette di scalare tutti i giorni e ritagliarci anche i nostri momenti di Mountain bike.

Via Adieu Zidane – Settore Zidane – Galetas

Iniziamo con una via facile per capire cos’è il Verdon. Facile, ma comunque entusiasmante perché la sua linea trova spazio fra strapiombi impressionanti di ottima roccia e la vista sul lago di Sainte-Croix? è coinvolgente.

Iniziare una via calandosi fa sempre un certo effetto e soprattutto se le doppie sono nel vuoto!! La via come si può immaginare raggira gli strapiombi quindi ne escono alcuni tiri esposti ed in traverso dove si inizia subito ad assaporare l’aria Verdoniana. La via è a Fix ottimamente protetta, noi abbiamo provato anche il tiro “duro” in uscita per crearne una variante più sostenuta per poi ricalarci e terminare la via dalla sua line originale.

Via Sucepè – Settore Jardin des Ecureuils

Calandosi dal punto di calata Dalles Grises, accessibile in 1 minuto dal punto panoramico la Carelle, si accede ad una delle pareti caratteristiche di questo Canyon. Qui si ha un numero svariato di vie per tutte le difficoltà “umane”. Le vie qui sono protette nello stile Verdoniano, quindi i gradi che si vanno ad affrontare devono essere padroneggiati dal capo cordata per non rischiare di trovarsi in difficoltà e complicarsi la vita per uscire.

Questa vià è varia, affronta placche e diedri e risulta molto omogena nel grado, dando una bella soddisfazione una volta usciti alla sommità.

L’entusiasmante arrampicata è arricchita dalla vista dei Grifoni, rapaci di dimensioni notevoli che nidificano nelle pareti adiacenti dove vige infatti il consiglio di non scalata.

Via Pincèe de Ketchup – Settore Sinistro del Canyon (Creste des Vernis)

Itinerario intravisto il primo giorno dalla Adieu Zidane. Ci aveva già affascinato da lì, ma scalarla ci ha entusiasmato ancor di più. Via di recente chiodatura: 2016. Ottimamente attrezzata e costante sulle sue difficoltà. Varia e di magnifica bellezza la scalata, a mio avviso una perla da ripetere !!!! Consiglio nel periodo caldo l’attacco della via per le ore 13 per poi rimanere in ombra tutto il pomeriggio. L’avvicinamento con le doppie comprese richiede una bella oretta.

Falesia Hautes- Chalanettes

Non poteva mancare una mezza giornata in falesia. Consigliata per l’ottima roccia e le sicure protezioni per chi vuole cimentarsi su gradi medio facili.

Logistica

Noi abbiamo optato per la tenda al Camping Municipal di Palud Sur Verdon, costo basso e bagni puliti e con acqua calda abbondante.

Consiglio un sacco di Autan o tanta birra!!! Prolifera di zanzare!!

Ultimo ed indispensabile consiglio non lasciate il formaggio fuori dalla tenda altrimenti ne farete a meno sulla vostra pasta perché si aggira una strana varietà di “DOG- MOUSE” che si papperà tutto ciò che lascerete durante la notte sotto il tavolo o fuori dalla tenda! Scarpe comprese!!!

Grazie a Rocco per l’ottima settimana e l’ottima cucina 😀

ad3018fe-c0b6-49b8-8cb6-9012ddf85530

 

 

 

Annunci