Aiguille Dibona – Visita Obbligatoria

“Visite obligatoire” il nome di questa stupenda via che vince la parete sud di questa fantastica montagna. Come nel titolo La visita è “obbligata” per un amante del granito su questa montagna che raggiunge la sommità con i suoi 3130 metri. La via è spittata con parsimonia ma mai troppo pericolosa , il grado è obbligato su tutte le lunghezze e per ogni metro di ogni lunghezza direi. La giornata stupenda rende la salita entusiasmante. Siamo gli ultimi sulla linea già occupata da altre cordate che prima di noi , probabilmente dormienti al rifugio hanno iniziato la loro scalata. Siamo io Francesca ed Andrea, apre le danze Francesca sui primi tre tiri di placca che fan capire da subito che la via andrà conquistata . Dopo il terzo tiro prendo il comando e porto a termine fino alla sommità di questa fantastica linea. Andrea oggi fa il passeggero e ogni tanto incute terrorismo psicologico sopratutto sull’ultima placca del penultimo tiro. “ci sono tre metri duri” … appoggio i piedi e me ne frego delle mani e salgo. Il secondo di cordata che mi precede, raggiunta solo sulla penultima lunghezza,mi guarda con stupore visto che saliva arrancando, intimoriti in sosta vogliono cederci il posto e farci passare , ma decidiamo di stare comodamente in coda per goderci poi la vetta in serenità.
La discesa non troppo complicata che in poco tempo porta al rifugio Soreiller mi costringe l’indomani ad uno stop all’arrampicata. Andrea e Pier,che ci ha raggiunto nella seconda giornata andranno ad arrampicare su un altra via .
Un luogo che consiglio a tutti di visitare anche se la strada da casa nostra è lunga, ma merita sicuramente una visita.

Grazie ad Andrea, Francesa .

P.s.: Amelie sei un bidone 😀 😀

Aggiungo alcuni scatti di Andrea durante l’ultima giornata ?!?!?!?

 

Annunci