Val di Mello – Polimagò –

Non erano proprio quello che avevamo in mente, ma direi che ripetere questa via è stata un’ottima alternativa hai nostri piani alpin-bellicosi. Il meteo già martedì sera ci costringe a restare in bassa valle sperando che l’acqua non insita troppo e ci permetta il giorno seguente di scalare. Cosi non è, il mattino seguente è ancora tutto abbastanza bagnato.

Colazione con calma e riflettiamo sul da farsi….

Ecco appunto troppa calma ….si quella che serve per il famoso traverso dell’ultimo tiro… ecco che l’idea è di ripetere questo splendido itinerario che non fa mancare proprio nulla. Placche, camini, fessure, traversi. Il tutto su roccia super e con pochi chiodi in via.
La temperatura in valle non è alta, 9 gradi al mattino e scendiamo nel pomeriggio all’auto ce ne sono 15. Il sole, poco splendente, è sempre velato. si scala sempre a maniche lunghe ed in alcuni istanti le mani chiedono calore. Le montagne attorno, circa 2500-2700, sono innevate di fresco.
Non ho da aggiungere molto come commenti personali alla via, ormai si può leggere di tutto … appunto !!!! ma noi ovviamente in giro senza relazioni è stata tutta una scoperta….e poi il traverso finale …bha-….il traverso finale tutto sommato è abbastanza abbordabile se ci si arrivata …i tiri prima sono ben più impegnativi!! Via che consiglio vivamente.

Ringrazio Rocco è sempre un piacere condividere avventure …con o senza martello…
Un saluto a chi è abroad…

Questo slideshow richiede JavaScript.

Annunci