Val Remir – Salmonata e Ulrike

Questo Sabato è dedicato a chi non ha mai scalato una cascata di ghiaccio e dedicato a chi, la passione lo porta a compiere 1000km per venire a ingaggiarsi sulle cascate della val Daone.
Ore 5,15 siamo Io, Jhonny, Andrea il novizio, e Graziano l’Appassionato. Arrivati dal Placido purtroppo per Graziano qualcosa decide di ribellarsi al suo fisico e lo costringe nonostante la sua voglia a restare dal Placido’s BOX. Restiamo e formiamo cordata a Tre. Saliamo e troviamo 2 cordate che si preparano per salire Salmonata con pazienza attendiamo e ci mettiamo in coda. La cascata si presenta cotta, con ghiaccio granatina. Le protezioni non sono mai il top in queste condizioni soprattutto sul secondo tiro meno verticale e più consumato dalla neve che lo ha reso delicato. Il terzo tiro lo eseguiamo completamente al sole , difficile tener gli occhi aperti dal riflesso. La parte alta autoportante è completamente scollata da sotto, ogni colpo di picca rimbomba in questo profondo canale come se la cascata compisse dei profondi respiri inquietanti.
Usciti e convinti di andar a ripetere Notredame ci perdiamo in nevi profonde e bagnate senza trovare il fatidico albero di calata. E dire che l’ho già ripetuta due volte un paio di anni o forse tre fà….booo non mi ricordo proprio…. Stufi di ravanate decidiamo per il dietro front. Alla Base di salmonata Andrea è ancora carico e decidiamo di ripetere Ulrike. Qui Ghiaccio buono anche se facilitato dalla molte ripetizioni.
In fine ritroviamo il Caro Graziano dal Placido riposato e pronto per l’indomani per nuove avventure …
Bella giornata e grazie ai soci e complimenti ad Andrea per la sua prima. Un saluto tutti i ragazzi trovati in via.

Questo slideshow richiede JavaScript.

Annunci